Privacy Policy

Fontcapture: creare font con la nostra calligrafia

Fontcapture

Se anche voi, come me, invidiate le persone che riescono a scrivere in maniera “stampata” (cioè ogni singola lettera scritta è molto simile alle precedenti e priva di qualisiasi “svirgolata”) ma non siete altrettanto dotati, vi consiglio di provare Fontcapture.

Si tratta di un servizio gratuito che vi consente di trasformare la vostra scrittura in un font da installare sul vostro computer e da utilizzare nel vostro programma di elaborazione testi preferito (ma anche in qualsiasi altro programma che sfrutti la libreria font di sistema).

Prosegui la lettura

Connessioni video: qual è il miglior cavo ?

Cavo HDMI

Con l’aumentare dei dispositivi audio video disponibili sul mercato, pronti ad invadere le nostre case, aumenta anche la quantità e la varietà di cavi e cavetti tra i quali districarsi è ormai diventato davvero difficile.

Con questa breve guida potrete iniziare a padroneggiare l’argomento e a capirci qualcosa in più.

Prosegui la lettura

Come registrare da digitale terrestre su vecchi videoregistratori

Schema connessioni

Schema connssioni (clicca per ingrandire)

Nuovo aggiornamento a fondo articolo (registrare da digitale terrestre usando il decoder integrato al televisore)

Qualche settimana fa, durante il periodo di maggior frenesia da acquisti causa digitale terrestre, ho potuto notare come le persone, mediamente, rimangano esterrefatte una volta che scoprono che il loro caro vecchio videoregistratore Vhs, col nuovo digitale terrestre non funziona più.

Vediamo allora come mai e come possiamo risolvere !

NOTA BENE:

CI TENGO A PRECISARE CHE I MIEI SONO SOLO CONSIGLI / INDICAZIONI: NON POSSO CONOSCERE IN MODO APPROFONDITO IL VOSTRO IMPIANTO E GLI SCHEMI SUGGERITI SONO SOLO DELLE INDICAZIONI DI MASSIMA. NON MI RITENGO RESPONSABILE PER EVENTUALI ACQUISTI RIVELATISI “SBAGLIATI” SULLA BASE DEI COMMENTI E DEI CONSIGLI PUBBLICATI. Grazie per l’attenzione.

Prosegui la lettura

Home theatre e arredamento: qualche consiglio pratico

Per concludere questa carrellata prenatalizia sull’home theatre, mi permetto di darvi qualche consiglio pratico sull’arredamento della stanza che andrà ad ospitare il vostro impianto.

Prosegui la lettura

L’ iPhone “crackato” è anche rischioso ?

iPhone 3g

La notizia è di ieri. Secondo Intego, software house specializzata in sicurezza informatica, pare che gli iPhone “crackati” (sbloccati o jailbroken, che dir si voglia) siano purtroppo, oltre che più flessibili in quanto a possibilità di customizzazione, anche più vulnerabili.

Pare, infatti che un worm, in queste ore, si aggiri per la rete a fare danni, sfruttando l’inconsapevolezza degli utenti che, dopo aver “sbloccato” l’iPhone (ormai divenuto un processo davvero semplice), non modificano la password di SSH, mettendo così i propri dati personali potenzialmente a disposizione di qualche hacker pronto a trasferirli su server localizzati in Lituania.

Il vero problema è che in molti hanno effettuato il Jailbreak (non entrerò, in questa sede, nel merito della questione), ma la maggior parte di essi, ignora buona parte delle implicazioni, compreso il significato di SSH:

Noto anche come Secure Socket Shell, è una interfaccia di comando basata sui sistemi Unix per accedere a computer remoti in sicurezza. Viene largamente utilizzata dagli amministratori di rete per controllare i server da remoto. SSH è in realtà composta da 3 strumenti: slogin, ssh e rcp. I comandi SSH sono criptati e sicuri.

In soldoni, come piace dire a me: occhio.

Se avete sbloccato il vostro iPhone, vi conviene configurare (e quindi cambiare) la password di SSH (che di default è la stessa per tutti gli iPhone “nuovi di sblocco”), come spiegato in questa guida pubblicata da iSpazio. In caso contrario, il worm, proprio tramite SSH, potrebbe appropriarsi dei vostri dati, compresi gli eventuali dettagli di accesso ai servizi di home banking, con sommo dispiacere del vostro conto in banca.

Apple e sconti: oggi black friday

apple black friday

Apple black friday

Vi segnalo che oggi ricorre il “black friday” per Apple: durante tutta la giornata sarà possibile acquistare, sia online che negli Apple store di Milano e Roma, i prodotti Apple a prezzi scontati.

Potrete risparmiare circa 100 euro sull’acquisto di iMac e MacBookPro e qualche spicciolo su iPod e iPhone.

Non sembrano sconti da capogiro, ma viste le politiche dei prezzi di Apple (molto poco flessibili)…

Guida all’acquisto: casse audio per home theatre

B&W CMC2

Proseguiamo il filone dei “consigli per gli acquisti” con un tema sempre legato al mondo dell’home theatre: le casse audio, o più correttamente i “diffusori acustici”.

Mi avvalgo, come di consueto, dei servigi di Wikipedia per definire in modo chiaro e conciso l’argomento di questo post.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Un diffusore acustico, o anche semplicemente diffusore se è chiaro il contesto acustico, è un trasduttore o un insieme di trasduttori che trasformano il segnale elettrico proveniente da un amplificatore acustico in suono.

In soldoni, dico io, quell’apparecchio che, collegato al vostro amplificatore (o sintoamplificatore), trasforma la corrente elettrica in suono.

Prosegui la lettura

Google wave ! Google wave ? Google wave…

Google WaveIl titolo rappresenta un po’ il mio stato d’animo nei vari momenti in cui sono venuto a conoscenza dell’ultimo tool di Google: Wave.

Vista la primissima presentazione (se non sbaglio nel luglio del 2009), la reazione è stata ” ! ” . Un tool collaborativo pieno di features, che consentirà la comunicazione e la collaborazione tra le persone a livelli mai visti ! In effetti dalla presentazione le possibilità offerte dal prodotto sembravano davvero entusiasmanti.

Poi l’attesa. Che fine ha fatto Google Wave ? Non dovevano iniziare a mandare gli inviti ? E giù a chiedere inviti a destra e a sinistra (compresa una mia cara amica che ho fatto diventare matta…), tanta era la voglia di mettere mano a questa nuova meraviglia.

Poi, finalmente, questa mattina, arriva l’invito (sempre grazie all’amica che nel frattempo ho fatto rincretinire).
Clicco sul link e attivo l’account.

Prosegui la lettura

L’importanza del back-up

Got Crazy

Da wikipedia, l’enciclopedia libera:

Il backupcopia di sicurezza, o copia di riserva nell’informatica indicano un’importante operazione tesa a duplicare su differenti supporti di memoria le informazioni (datiprogrammi) presenti sui dischi di stazione di lavoro o di un server. Normalmente viene svolta con una periodicità stabilita (per esempio una volta al giorno o alla settimana).

L’attività di backup è un aspetto fondamentale della gestione di un computer: in caso di guasti o manomissioni, il backup consente infatti di recuperare i dati dell’utente o degli utenti che utilizzano la postazione; in caso di server o di database, questo recupero può essere essenziale per il lavoro di molte persone.

E già, il backup è fondamentale, se non volete diventare come l’individuo nella foto qui a fianco.

O se non volete fare la fine ho fatto io oggi: dopo aver mandato a tutti i miei contatti preferiti l’invito ufficiale per il “grand-opening” di questo nuovo blog, ho fatto il misfatto (citazione colta)… smanettando selvaggiamente con le “impostazioni di sistema” del programma che utilizzo per pubblicare il blog (WordPress), sono riuscito a bloccare tutto. Una malinconica pagina bianca (dopo sostituita da una fantastica pagina con UNA sola riga di testo) mi guardava da dietro lo schermo, come a dirmi: bravo pirla, ti vanti di avere discrete competenze relative al mondo dell’elettronica, dell’informatica e di internet, e non sai che bisogna fare il back-up dei file per evitare situazioni come queste ?

Prosegui la lettura

Guida all’acquisto: Sintoamplificatori per Home Theatre

Pioneer Lx82

Prendendo spunto da testate ben più note e professonali ho pensato di scrivere qualche consiglio per gli acquisti (tecnologici, ovviamente), visto l’inesorabile avvicinarsi del Natale.

E quale miglior regalo di Natale di un Home Theatre nuovo di zecca ?

Partiamo dalla definizione di “home theatre”, ovvero: come trasformare il vostro salotto/stanzetta/sgabuzzino in un qualcosa che possa trasferire lo stesso coinvolgimento sensoriale che si prova nelle sale cinematografiche tradizionali.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

L’home theater, o home theatre, è la riproduzione domestica di contenuti teatralicinematografici in forma elettronica finalizzata ad ottenere sensazioni uditivevisive il più possibile fedeli a quelle percepite in un teatro o in una sala cinematografica. Nonostante tale fine non esistono specifiche tecniche da soddisfare, l’unica condizione richiesta è la presenza del surround; nella pratica il termine home theater assume dunque una valenza molto generica. L’home theater rappresenta un settore dell’home video e nasce nel 1982 con l’introduzione delDolby Surround, il primo standard audio destinato all’home video e dotato di surround.

Ringrazio sentitamente Wikipedia per la concisa ma esauriente definizione. A proposito, vi ricordo che Wikipedia è una società no-profit per cui, se siete soddisfatti del servizio che ogni giorno vi rende, vi consiglio di donare qualche euro.

Prosegui la lettura

T-amp: amplificatore economico ottimo anche per l’home theatre

Pop Pulse t-ampUn amplificatore da quattro soldi capace di produrre un suono degno di concorrenti ben più blasonati (e costosi). Possibile ?

Il primo articolo sul T-Amp (il primo, l’originale, prodotto dalla Sonic Impact) lo lessi su TGM (la mitica ” The Games Machine”) ormai quasi 8 anni fa, se la memoria non mi inganna. Si leggeva che con questo scatolotto di plastica si potevano ottenere risultati sorprendenti, ad un prezzo che neanche le patate. All’epoca non ero così “audio-addicted” come sono oggi, per cui non diedi molto peso alla notizia, ed il piccolo T-amp cadde nel mio personalissimo dimenticatoio.

Negli ultimi mesi, però, ho rispolverato l’argomento, e mi sono imbattuto in quello che probabilmente è il più completo forum italiano in tema di t-amp (e amplificatori “classe T” in generale), ovvero il T-Forum.

Prosegui la lettura

Floorplanner: architetti d’interni con un click

floorplannerMi è sempre piaciuta l’idea di progettare ed arredare casa “virtualmente” prima di procedere all’acquisto di mobili o altri arredi, giusto per avere un’anteprima dell’impatto estetico.

Per fare questo, ho sempre utilizzato (devo dire proficuamente) Google Sketchup il tool di modellazione 3d made in Google. Non ho mai avuto grandi difficoltà a realizzare più o meno discretamente quello che avevo in testa. Chiaro, per padroneggiare il software occorre un minimo di dimestichezza con gli ambienti di modellazione 3d: nulla di impossibile, ma discretamente spiazzante per una persona completamente a digiuno di wireframe e rendering.

Oggi però mi sono imbattuto in un tool che potrebbe fare la felicità di molti novelli arredatori.

Prosegui la lettura

Inkscape: grafica vettoriale gratuita

L’illustrazione digitale, finalizzata alla creazione di elementi stilistici per pagine web, è un’arte che ho sempre cercato di padroneggiare (con scarsi risultati, devo dire).

Ultimo episodio: ieri sera, mi sono dilettato nella creazione dell’header per il blog che state leggendo. Per disegnare questo popo’ di roba (ho rubato, chiaramente, il disegno del gorilla, essendo io totalmente incapace a disegnare) mi sono avvalso di un programma open source davvero ben fatto, che mi sembra valga la pena di segnalare.

Prosegui la lettura

Dragon Age Origins: i need multiplayer !

Come si fa a rimanere impassibili davanti a questa roba qua…

Gioco di ruolo (made in Bioware, tra l’altro), ambientazione fantasy, xbox 360: come fa a non diventare una scimmia ?

Non può ! E in fatti da giorni ormai (dal 6 di novembre, per la precisione) che dedico buona parte del mio tempo libero (la morosa è contentissssssima… :-) ) all’immersione più totale nel mondo di “Dragon Age: Origins”, ultima fatica dei Bioware.

Prosegui la lettura

Digital Gorilla: la prima scimmia

“Con i blog si diventa famosi e si guadagnano taaaaaanti soldi”… diceva pinocchio alla fata turchina.

No, sul serio.

Oggi mi sono imbattuto in una recente ricerca di Technorati, “State of the Blogosphere 2009“.
La ricerca (tra l’altro ben fatta e davvero completa), ha catturato la mia attenzione soprattutto nella parte in cui espone i ricavi dei bloggers intervistati, derivanti dalle pubblicità pubblicate sul proprio sito.

Prosegui la lettura

Gorilla Digitale… perchè ?

Il naming di questo blog affonda le sue radici nella terra dei modi di dire.

Inutile specificare che ho provato, causa pigrizia, a cercare una definizione di “scimmia” su wikipedia, ma i risultati sono stati sconfortanti. Almeno per il significato che intendo io.

Proverò a stilare un elenco di sinonimi di “avere la scimmia di qualcosa”:

– avere la fissa per qualcosa
– essere impazienti di ottenere qualcosa
– pensare costantemente a qualcosa
– far ruotare la propria vita attorno a qualcosa

Prosegui la lettura

Si inaugura !

Primo post su Digital Gorilla… come per ogni primo post su blog che non si sa bene che fine andranno a fare, non conviene sprecare troppo tempo a scrivere cose che, evidentemente, nessuno leggerà !

Privacy Policy