Mini Corso Excel – appendice sul cerca vert

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

Salve a tutti !

Era un po’ che non pubblicavo qualcosa: ho avuto molto da fare negli ultimi tempi, per cui non sono proprio riuscito a scrivere nulla. Questa mattina però, mi sono imbattuto in un commento (pubblicato da un utente in uno degli articoli sul “corso di excel”), nel quale mi si fa una domanda, che riassumo più o meno così:

” è possibile, scrivendo un determinato testo in una cella, far comparire, nella cella a fianco, un determinato dato, prendendo come base dati un altro foglio di excel ? “

Fortunatamente Excel è molto completo come programma (ci si può fare davvero molto, ve lo garantisco), ed è compresa anche questa possibilità.

Vediamo brevemente come fare.

Partiamo dalla situazione di partenza. Una colonna intestata “Nome”, ed una colonna intestata “Età” (potrebbe essere qualsiasi altra cosa, ma è giusto per semplificare).

Vediamole:

Abbiamo poi un altro foglio di lavoro, all’interno del quale ci sono i dati dai quali vogliamo attingere. Vediamolo:

Ora, il nostro problema è: vorremmo poter “scrivere” (a mano), nel primo foglio, uno dei nomi di battesimo contenuti nel secondo foglio, e vorremmo che nella colonna “Età”, venisse scritto in automatico il valore corretto.

Tutto questo è facilmente risolvibile con la cara vecchia formula “cerca.vert”.

Vediamo come fare.

“Dipingiamo” la colonna B (dove c’è l’età), del primo foglio (quella che è ancora vuota), di un colore a nostra scelta. Per farlo, selezioniamo la colonna con il mouse, e scegliamo un colore di riempimento delle dalla barra degli strumenti. Il colore ci serve a ricordare che la colonna B del primo foglio, è una colonna “speciale”, all’interno della quale vi saranno delle formule (da non modificare).

Il risultato è più o meno questo:

Ora, nella prima colonna, proviamo a scrivere “Giovanni”. Chiaramente nella colonna età non comparirà niente (ovviamente… non ci sono ancora le forumule !!! :-)  )


E allora provvediamo subito. Abbiamo detto che dobbiamo scrivere una formula con il cerca.vert che “punti” su un altro foglio per il procacciamento dei dati. Vediamo come scriverla.

NB: nel mio caso, il primo foglio si chiama “Foglio1″, il secondo foglio si chiama “Dati” (per rinominare i fogli vi basta fare doppio click sul loro nome, nella parte in basso della finestra di excel, ed inserirne uno nuovo).

La formula che andiamo a scrivere, dirà ad Excel di leggere il valore della cella A2, andare a vedere nel foglio “Dati”, cercare quel valore (il nome), e restituirci il valore a fianco (l’età).

E cioè:

=cerca.vert(quale_valore;dove_lo_cerco;con_quale_criterio)

Per cui posizioniamoci nella cella B2 e scriviamo la formula.

La formula è quindi:

=cerca.vert(A2;dati!A:B;2;falso)

che significa appunto:

cerca il valore che vedi nella cella A2;
cercalo nel foglio dati e precisamente nell’intervallo che comprende le colonne da A a B;
una volta che l’hai trovato, dammi il valore che gli sta a fianco (il 2 significa la seconda colonna a partire dalla ” A “, compresa la A);
sii preciso nei risultati

Specifico che il parametro “dove lo cerco”, ha la seguente forma:

nome_foglio!colonna_iniziale:colonna_finale

Si fa molto più in fretta a selezionare le colonne col mouse (dopo che avete scritto il punto e virgola dopo “A2″, nella formula), piuttosto che scrivere a mano… ma sapere cosa vuol dire direi che non guasta.

A questo punto, premiamo invio, e vediamo il risultato:

Excel va a pescare il valore “Giovanni” e mi restituisce il valore che ha a fianco, cioè l’età.

Ora selezioniamo la cella B2 e premiamo sulla tastiera “Ctrl C ” , cioè contemporaneamente il tasto CTRL e il tasto C (è la scorciatoia per la funzione “copia”).

Fatto ciò, selezioniamo un bel po’ di celle sotto la B2, in questo modo:

Una volta selezionate le celle, premiamo CTRL V (che è la scorciatoia per incollare i dati, cioè la nostra formula).

Che schifezza di risultati ! Eppure è normale che sia così: nelle celle a fianco a quelle che non hanno valori (i nomi di battesimo), comparirà un tristissimo ” #N/D “, che significa semplicemente che Excel non trova quello che vogliamo.

A questo punto, possiamo DIMENTICARCI della colonna B (l’abbiamo preparata a puntino con la sua bella formula all’interno), e possiamo iniziare a lavorare sulla colonna A, inserendo i nomi che vogliamo per vedere se c’è corrispondenza con i nostri dati.

Un piccolo esempio:

Come possiamo vedere, le celle nelle quali scriviamo un nome di battesimo contenuto nel foglio dati, darà come risultato nella colonna a fianco l’età della persona. In caso non vi sia corrispondenza, il risultato sarà, ovviamente ” #N/D.

Spero che la guida possa essere stata utile a molti !

Alla prossima,

Gorilla

  • Trackback are closed
  • Comments (49)
  1. avatar
    • andrea
    • gennaio 29th, 2010

    spettacolare!
    ho giusto letto come procedere e ora non mi resta che applicare il tutto al mio caso.
    al quale sto anche inserendo le funzioni SE, E, ecc.
    giusto una pausa caffettino e si parte.
    grazie infinite per il rapido esaudire il mio desiderio.
    a presto.
    Andrea

  2. avatar

    Eheheheh grande, sono proprio contento !

    Se hai bisogno chiama il Gorilla !!!

    😀

  3. avatar
    • manu
    • febbraio 22nd, 2010

    Domanda…come faccio a far indicare 0 (zero) invece di N/D quando non trova corrispondenze??

  4. avatar

    @manu
    Ciao Manu,

    per fare ciò puoi usare la funzione VAL.ERRORE, come segue:

    =SE(VAL.ERRORE(CERCA.VERT(D1;A1:A3;1;FALSO));”manca dato”;CERCA.VERT(D1;A1:A3;1;FALSO))

    E cioè, costruisci una formula con il SE, nella quale si dice:

    SE il cerca vert (valore in D1, matrice A1:A3, intervallo 1) è un errore (cioè #N/D),

    allora scrivi “manca dato”

    altrimenti fai il cerca vert (stesso cerca vert iniziale)

    Spero di essere stato di aiuto !

    Gorilla

  5. avatar
    • manu
    • febbraio 22nd, 2010

    GRANDEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    Grazie 10000000000000000000000000000000000

  6. avatar

    @manu
    eheheheh figurati !!!

  7. avatar
    • ANTONELLA
    • marzo 26th, 2010

    ciao , spero di trovare qualcuno che mi da una mano.Ho una tabella con una infinità di dati (3600 righe) in una infinità di colonne (da A ad AH).
    Vorrei usare la tabella pivot per analizzare i dati ma nel primo passaggio mi dice che il rifeimento all’origine dei dati non è valido.Ho porvato di tutto; le colonne hanno una intestazione, non ci sono colonne vuote..ho persino identificato la tabella.Come faccio?????
    Grazie
    Antonella

  8. avatar

    @ANTONELLA

    Ciao Antonella !

    E’ una situazione abbastanza strana… mi viene da pensare che, come mi è già capitato altre volte, sia proprio un limite di excel: se infatti non ci sono limiti nelle righe, mi pare di ricordare che ci sia un limite nel numero delle colonne selezionabili per creare una pivot. Fai una prova: con lo stesso foglio dati, seleziona al massimo 10 colonne e prova a vedere se ti crea la pivot. Allarga poi successivamente la selezione di un paio di colonne per volta, fino a stabilire quando effettivamente si manifesta il problema.

    Fammi sapere !

  9. avatar
    • VALERIA
    • aprile 19th, 2010

    E SE CI SONO DUE PERSONE CON LO STESSO NOME E ETA’ DIVERSA?

  10. avatar
    • VALERIA
    • aprile 19th, 2010

    IO HO UN PROBLEMA SIMILE… PER SEMPLICITA’ RIPRENDIAMO L’ESEMPIO DELL’ELENCO NOMI SU UNA COLONNA E DELL’ETA’ SULL’ALTRA. DEVO VISUALIZZARE IN UN ALTRO FOGLIO L’ETA’DI UNA PERSONA DI CUI INSERISCO IL NOME, MA NEL PRIMO FOGLIO CI SONO PERSONE CON LO STESSO NOME E COGNOME. COME FACCIO?

1 2 3 5
Comment are closed.