Tv Full Hd e digitale terrestre: immagini non sempre al top

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

Bit rate

Altro grosso problema della visualizzazione di segnali “poveri” su Tv anche molto costosi e prestanti, è il cosiddetto “bitrate”.

Il bitrate rappresenta in sostanza la quantità di informazioni presenti all’interno di un determinato file multimediale.

Il segnale audio video, per esempio quello del digitale terrestre, per essere trasmesso agevolmente, viene compresso utilizzando la codifica “mpeg”. Questa compressione può essere molto spinta oppure “lieve“: a seconda di quanto il flusso audio/video viene compresso (cioè a seconda del suo bitrate), avremo una diversa resa audio video.

Questo avviene anche nel mondo “satellitare”: se avete provato qualche volta a fare zapping sui canali del satellite, avrete notato come, a parità di risoluzione (quindi di “dimensione nativa” dell’immagine), alcuni canali si vedano molto bene, altri davvero male. Questo è a causa del diverso bitrate utilizzato dalle emittenti per generare il flusso video (e audio) che arriva ai nostri decoder.

Provo ad esemplificare un’immagine video con bitrate alto, e una con bitrate basso:

Bitrate alto:

Bitrate basso:

Notate come la stessa immagine, con bitrate basso, presenti alcuni difetti di visualizzazione: in particolare si può notare la presenza di “macro-blocchi” (i quadrettoni semi-trasparenti) che sporcano l’immagine. Questi “artefatti” (cioè elementi grafici non facenti parte dell’immagine, che sporcano la stessa) sono dovuti alla compressione applicata all’immagine, che ha, appunto, un bitrate basso.



Usualmente un bitrate “alto” viene assegnato ai canali tv più importanti (quelli sui quali ci si aspetta una audience maggiore, per cui è importante salvaguardare la qualità delle immagini), mentre ai canali “secondari” (quelli molto di nicchia, che hanno tipicamente meno spettatori) viene riservato un bitrate più basso, con la conseguenza che la qualità di visione di questi canali sarà molto peggiore rispetto ai canali principali.

Il problema di fondo è che la “banda“, ovvero la capacità massima di trasmettere flussi audio video (specie sul satellite) è limitata: le emittenti dovranno quindi fare i conti con questo limite, e scegliere a quali canali assegnare un bitrate più alto, e a quali destinarne uno più basso.

Il problema di fondo è che, per l’utente finale, c’è poco da fare: se un’emittente decide che il vostro canale preferito (magari “caccia e pesca”, molto di nicchia) deve avere un bitrate basso, poco potrete fare, per migliorare la qualità della visione.

Nella mia zona sto sperimentando lo stesso problema con il digitale terrestre (switch off appena ultimato): i canali RAI attualmente trasmessi, sembrano avere un bitrate infimo, fatto che rende la visione delle trasmissioni una vera tortura per il nuovo fiammante televisore Full Hd.

Prosegui la lettura / seleziona pagina:

<<>>

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

Pagine: 1 2 3 4 5

  • Trackback are closed
  • Comments (35)
  1. avatar
    • Pina
    • luglio 14th, 2010

    complimenti, sei stato chiarissimo. Fossero tutti come te……….. grazie e ….ciao

  2. avatar

    Ciao Gorilla, complimenti per l’ottimo blog che ho appena scoperto.
    mi sorge una domanda: un modo per vedere “bene” i canali TV SD su schermi (full)HD, potrebbe essere quello di vederli… in dimensioni ridotte? Intendo dire, vderli con la famosa cornice nera attorno all’immagine?
    Certo si vanificherebbe il vantaggio della dimensione del nostro schermo per cui il mio è più un discorso “per assurdo” e la domanda è solo per capire se il ragionamento fila.
    Grazie

  3. avatar

    @for those…

    Ciao For Those !

    Grazie mille per i complimenti ! Spero di riattivarmi a scrivere entro breve (vorrei fare un articolo sul 3d !).

    Per quanto riguarda la tua domanda, sicuramente è una considerazione corretta ! Anche se un po’ “forzato” (o assurdo, come dici tu), il ragionamento fila perfettamente. Tant’è che, su Sky Hd, quando trasmettono la pubblicità (che è in SD), il riquadro di visione viene ridimensionato, e compaiono appunto le bande nere attorno: immagino sia una tecnica che usano proprio per evitare che i filmati in SD delle pubblicità sgranino troppo.

    A presto !

    Gorilla

  4. avatar
    • luca
    • agosto 8th, 2010

    una domanda:
    molti film in dvd o blue ray visti con un televisore full hd non hanno la stessa fotografia delle versioni cinematografiche. sembrano venire meno le atmosfere e le luci dei film visti al cinema. sembrano più televisivi che cinematografici, perdono spessore, sembra che le riprese siano dal vivo e non cinematografiche.
    spero di essere stato chiaro.
    avete notato anche voi questo difetto?
    l’uso di un proiettore migliorerebbe la visione del film? si otterrebbe un effetto cinema?

  5. avatar
    • paolo
    • ottobre 30th, 2011

    da stampare e da distribuire fuori da tutti i negozi.
    Purtroppo le strategie di marketing sono fuorvianti per spillare più soldi possibile alla gene.

    Un po’ come i megapixel delle macchine fotografice, la gente pensa che più è meglio…onestamente preferisco una fotocamera da 5megapixel con ottica zeiss/leica piuttosto che da 12megapixel con ottica di provenienza non indicata.

    Se dovete vedere la tv normale e i dvd tenetivi stretto il tubo catodico o compratevi un hdready!

Comment are closed.