Meglio Pc o Mac ? Parte 2 – Il software

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

Meglio Pc o Mac ? Analisi dei programmi disponibili


Programmi per Audio professionale

Anni fa mi sono cimentato nella registrazione di un Cd con il mio vecchio gruppo musicale: per fare questo, ho assemblato un Pc con alcuni pezzi di recupero, ho formattato per bene, ed ho installato i soli programmi essenziali (all’epoca usavo Logic 5). Il computer, a parte alcuni problemi iniziali con i driver della scheda audio professionale che avevamo comprato, ha sempre fatto il suo sporco lavoro.

Non ho mai fatto musica con Mac, ma probabilmente la storia si ripete, come nel caso dei programmi di grafica: essendo disponibili gli stessi applicativi, il vantaggio di utilizzare un Mac, probabilmente risiede più nella stabilità complessiva del sistema che nella bontà e nelle funzionalità dei programmi (che sono, appunto, gli stessi).

Per fare musica a livello non professionale, non posso non segnalare l’ottimo Garage Band di Apple (compreso nella suite di Programmi iLife) che vi consentirà di strimpellare allegramente per la gioia dei vostri vicini di casa.

Programmi e applicativi Office

Questa è una questione spinosissima.

Per lavoro, su Pc, utilizzo abbondantemente tutti i principali applicativi Office di Microsoft: Excel in primis, passando per Powerpoint, Word ed Access. E devo dire che, a patto di avere il computer in salute e con la dose giusta di memoria Ram (ma questo vale anche per Mac), tutti mi consentono di lavorare bene ed in modo comodo e veloce.

Se non volete utilizzare Microsoft Office perchè Bill Gates non vi sta simpatico, potreste sempre decidere di adottare una soluzione Open source come Open Office (che però non sono mai riuscito ad apprezzare completamente).

Per quanto riguarda Mac, si può assistere ancora una volta ad un primato cronologico: le suite di Microsoft Office spesso escono prima per Mac che per Windows. E’ pazzesco ma è così.

Il problema è che, sinceramente, non mi trovo così bene come su Pc.

L’interfaccia a mio avviso è un po’ più macchinosa e pesante, così come le principali operazioni di gestione dei dati. Per fare un esempio, ci metto molto di più a creare una tabella Pivot (Excel) su Mac che non su Pc. Chiaro, si parla di secondi (se non di decimi di secondo), ma alla lunga l’utilizzo di Office su Mac mi risulta macchinoso. Sarà l’abitudine. Sta di fatto che anche in quanto a prestazioni e a rapidità, trovo che utilizzare qualsiasi applicativo Office su Pc sia notevolmente più comodo.

Su Mac esiste anche l’alternativa made in Apple, iWork, che comprende fogli elettronici, elaboratore testi e gestione delle presentazioni. Ecco, forse Keynote, programma per creare presentazioni, è migliore (e non di poco) del concorrente Powerpoint. In pochi click si possono ottenere presentazioni davvero d’effetto.


Programmi per scaricare (peer 2 peer o P2P)

Alzi la mano chi non ha mai scaricato qualcosa da Emule o Bittorrent (roba legale, s’intende !). Anche in questo caso, a mio avviso, il panorama Pc è molto più vario ed in continuo aggiornamento. Le versioni di Emule per Windows sono in continua evoluzione, mentre il povero Amule per Mac, nonostante funzioni discretamente bene, mi sembra sempre un po’ alla corda.

Per quanto riguarda il mondo torrent, devo dire che non riesco ad individuare grandi differenze: Transmission per Mac fa lo stesso sporco lavoro di uTorrent per Pc.

Giochi

Qui non ci sono dubbi: Windows vince. Se siete appassionati di giochi di ruolo, sparatutto in prima persona, giochi strategici, giochi gestionali, non avrete altro Dio al di fuori del Pc. Su Mac vengono solitamente effettuate le conversioni dei giochi per Pc più importanti (due esempi: World of Warcraft e The Sims).

Inoltre, il vantaggio di utilizzare un Pc per giocare consiste nella possibilità di tenere aggiornata la propria macchina, sostituendo di tanto in tanto alcuni componenti (scheda grafica, processore, ram, eccetera) per far sì che anche gli ultimi videogames più esosi in termini di richieste hardware possano funzionare correttamente.

Diciamo che se vi piace giocare ma siete innamorati del mondo Mac, non vi resta che orientarvi sul mondo console (Xbox 360, Playstation 3 e Wii) per soddisfare la vostra ludomania.

Prosegui la lettura / seleziona pagina:

<<>>

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

Pagine: 1 2 3 4

  • Trackback are closed
  • Comments (4)
  1. avatar
    • Lorenz81
    • febbraio 2nd, 2011

    Ciao,
    complimentoni per le “recensioni”!!!
    Volevo chiederti come lavorano gli iBook (pro e non) su siti flash e su youtube. Hanno dei problemi?
    Grazie

  2. avatar

    @Lorenz81

    Grazie mille !

    Avendo un Mac da ormai parecchi anni posso dirti che non ho mai avuto problemi nella visualizzazione di siti realizzati in flash o su Youtube.

    A differenza di iPhone e iPad (che non visualizzano i siti fatti in flash), i Mac non hanno alcun problema !

    A presto,

    Gorilla

  3. avatar
    • hk
    • gennaio 13th, 2012

    questi articoli si sono rivelati molto utili. provengo dal mondo pc ma per lavoro professionale ora tutti mi consigliano un Mac. mi hai aiutato molto a valutare il da farsi. grazie 😀

  4. avatar
    • Misha
    • maggio 16th, 2012

    Eccomi di nuovo io. Ecco altre precisazioni:

    “Per Mac la situazione è un po’ differente e mi sento anche di sbilanciarmi un po’: iChat, non condividendo completamente le stesse logiche degli altri messenger, non mi è mai sembrata un’alternativa valida (già sento le urla dei sostenitori di iChat rieccheggiare sul server  ) agli altri IM. Esiste comunque, anche su Mac, la possibilità di installare i vari Adium e Skype, che provvedono a tappare le falle esistenti.”

    Nella penultima versione di OSX (Lion 10.7) è disponibile la versione beta di Messages, un client che permette di scambiarsi messaggi di testo, che a livello di rete sembra molto stabile naturalmente a livello di features ha meno che MSN ma merita considerazione.

    “Il secondo: la stabilità del sistema. Essere esperti di fotoritocco o di grafica vettoriale, non significa necessariamente essere anche dei geni del computer. Questo, di fatto, rende forse più appetibile la piattaforma Mac, che grazie alla maggiore stabilità e continuità delle prestazioni nel tempo (e al minore bisogno di manutenzione, vedi parte uno del confronto “Pc vs Mac”), rende la vita professionale più facile, poichè ci si deve scontrare meno con i problemi insiti nel sistema operativo o nella cattiva manutenzione dello stesso.”

    Aggiungerei un terzo fattore, l’integrazione con il processore quando si tratta di renderizzare degli effetti o di applicare degli algoritmi su grandi immagini. Mac riesce a sfruttare al pieno tutti i core del processore e l’architettura a 64 bit, questo grazia anche a OpenGL.

    “Per fare musica a livello non professionale, non posso non segnalare l’ottimo Garage Band di Apple (compreso nella suite di Programmi iLife) che vi consentirà di strimpellare allegramente per la gioia dei vostri vicini di casa.”

    Per chi ha soldi da spendere e ha bisogno di un prodotto professionale c’è la suite di Final Cut che comprende Final Cut Pro per l’editing video, Soundtrack Pro per l’editing audio del video e DVD Studio Pro per la masterizzazione dei DVD. Ammetto che è piuttosto una suite per l’editing video (con tools audio) piuttosto che editing audio ma valeva la pena segnalarlo. Altra suite professionale, questa volta solo per l’audio, è Pro Tools.

    Saluti

Comment are closed.