Privacy Policy

Meglio Pc o Mac ? Parte 1 – Il sistema operativo

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

La diatriba Pc vs Mac è sempre stato uno di quegli argomenti che per anni hanno infiammato forum e gruppi di discussione.

Chi sostiene che il Pc sia meglio del Mac, chi dice il contrario.

Oggi vorrei provare a scrivere qualcosa a proposito di questo argomento.

Il problema è che il tema è davvero mastodontico e difficilmente riuscirò a scrivere qualcosa di completo “tutto d’un fiato”; ho quindi deciso di pubblicare articoli a puntate.

Mi piacerebbe anche aggiornare i vari articoli con le opinioni ed i commenti di chi vorrà dire la propria, per cercare di sviscerare la questione nel modo più obiettivo possibile.

In questa prima puntata vorrei analizzare la componente principale che ci consente di utilizzare il computer, ovvero il sistema operativo.

Mi sembra corretto prima di tutto fare una premessa: per anni sono stato un utente Pc (e continuo ad esserlo, perchè al lavoro utilizzo un Pc), mi sono divertito per tantissimo tempo a modificare, tweakare, overcloccare  schede grafiche, processori e memorie Ram.

Poi, qualche anno fa, ho scoperto il mondo Mac: è stato, lo devo ammettere, amore a prima vista. Voglio, però, scrivendo questa piccola guida, cercare di rimanere obiettivo, e lasciare fuori quella che la componente più “irrazionale” o quanto meno più difficilmente misurabile. Dedicherò a questo aspetto un capitolo a parte.

Inizierei col definire i due mondi, così da capire bene qual è il campo da gioco, o meglio, quali sono i giocatori.

Pc

Per Pc si intendono tradizionalmente tutti i computer (assemblati, di marca, portatili o desktop) sui quali è presente un qualsiasi sistema operativo Microsoft.

In realtà questa è una semplificazione, poiché Linux rappresenta una valida alternativa ai due mondi (Windows e Mac OSX), ma vista la scarsa penetrazione del sistema operativo del pinguino (che è un modo simpatico di definire Linux, vista la sua mascotte, ovvero un pinguino), vorrei, almeno in prima analisi, lasciare da parte l’argomento.

Mac

Tutti i computer made in Apple (portatili o desktop).

Vediamo allora quali sono i principali aspetti da analizzare per confrontare i due mondi.

Il sistema operativo

  1. Interfaccia e usabilità
  2. Modalità di input
  3. Installazione e rimozione dei programmi
  4. Manutenzione del sistema
  5. Gestione dei drivers, degli aggiornamenti e delle patch
  6. Connettività alle reti

Facciamo un rapido elenco dei sistemi operativi disponibili per Pc e Mac

Pc:

Windows Xp, Windows Vista, Windows Seven (7)

Mac:

OSX

Ho deciso di elencare le tre versioni di windows poichè Xp è ancora molto diffuso, Vista nonostante il non fortunato lancio commerciale è stato venduto per diversi mesi in bundle con molti computer mentre Windows 7, per quanto nuovo, pare stia avendo un discreto successo.

Per quanto riguarda Mac, c’è poco da scegliere: Mac OsX è il sistema operativo nativo e studiato apposta per i computer della mela (in realtà è possibile anche utilizzare un sistema operativo Windows, ma ne parleremo dopo).

La prima differenza sta proprio nella progettazione del sistema operativo.

La gamma di computer Apple, per quanto vasta è comunque numericamente limitata rispetto alla pletora di marchi e modelli di hardware disponibili nel mondo Pc.

Questo è di fatto un vantaggio per il sistema operativo, che potrà essere largamente ottimizzato sulla base di quello che è l’hardware sul quale dovrà funzionare.

Creare un sistema operativo che funzioni su un numero limitato di modelli è un conto; ben altra storia è craeare qualcosa che funzioni su hardware anche molto diversi tra loro (le combinazioni di hardware possibili nel mondo Pc sono davvero infinite, per quanto anch’esse abbastanza standardizzate).

Il fatto quindi che Osx sia strutturato “su misura” per uno specifico Hardware, è a mio avviso il primo grande vantaggio.

Ogni singola riga di codice (non solo del sistema operativo, ma anche del software che gira sotto il sistema operativo) è pensata con in mente uno specifico Hardware. Questo non può che essere un vantaggio in quanto ad ottimizzazione e a stabilità complessiva del sistema.


Altro vantaggio è la grande integrazione che c’è tra sistema operativo e programmi installati. Se scrivete una mail utilizzando il programma “mail”, potrete accedere alla vostra libreria di iPhoto per selezionare una foto che volete allegare. Se cercate qualcosa tramite spotlight (il tool di ricerca file presente su Osx), nei risultati della ricerca avrete l’elenco delle corrispondenze divise non solo tra “documenti” e “software” (come avviene su Windows) ma otterrete anche eventuali corrispondenze della ricerca trovate all’interno di specifici programmi (una mail scaricata con il programma “Mail”, un appuntamento su calendario “iCal”, oppure ancora un contatto presente in “Rubrica indirizzi”).

Al di là delle considerazioni sparse sul tema ” meglio Pc o Mac ” , proviamo a vedere in dettaglio i vari parametri. Iniziamo dall’interfaccia.

Be Sociable, Share!

Prosegui la lettura / seleziona pagina:

<<>>

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. avatar
    • Misha
    • maggio 16th, 2012

    Ho due osservazioni da fare.

    “Per chiudere un programma, non è sufficiente, come su Windows, cliccare l’icona rossa con la X (che su Windows, appunto, chiude sia la finestra che il programma): su Mac sarà necessario accedere al menu del programma che si sta utilizzando (presente nella barra in alto) e selezionare “esci da…”.”

    C’è da notare che anche in Windows, a dipendenza del programma in esecuzione, quando si preme la X per chiudere la finestra, non è detto che venga chiuso anche il programma. Ci sono dei programmi che continuano a girare in background anche se si chiudono tutte le finestre.

    “Su Mac, la situazione è molto diversa, e per certi versi, davvero destabilizzante per un utente Pc. Su Mac, per installare un nuovo programma occore semplicemente trascinare l’icona dello stesso all’interno della cartella “applicazioni”. Per eliminarlo, occorre trascinare l’icona del programma nel cestino. Tutto qui.”

    Non sempre è vero. Alcuni programmi vanno installati tramite un file .pkg (aperto dall’applicazione Installer) che contiene un pacchetto di files che vengono posizionati dove servono.

    Saluti

  2. avatar
    • Francesco Pedro
    • settembre 23rd, 2012

    … volevo solo dirti che per mac, si! il sistema è OSX, ma ci sono anche dei sottonomi tipo: Lion, Leopard, Snow Leopard…

  3. avatar
    • Francesco Pedro
    • settembre 23rd, 2012

    ah.. comunque sono un utente Mac, modestamente… xD@Francesco Pedro

  1. No trackbacks yet.

Privacy Policy