Lcd e Plasma: meglio 100 hz, 200 hz o 600 hz ?

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

Ah, il marketing. Che cosa fantastica. E le strategie di comunicazione, che cosa magnifica.

Con la giusta alchimia e toccando le giuste leve, riescono a modificare in modo radicale la percezione che le persone hanno di un determinato prodotto o servizio. E’ un bene per i produttori, ma non sempre per i consumatori.

E’ una cosa abbastanza diffusa nel mercato dell’elettronica di consumo (così come lo è nel mercato dei computer): le persone, quando si approcciano all’acqisto di un nuovo prodotto o di una nuova tecnologia, tendono ad approssimare il numero di parametri da valutare prima dell’acquisto. In questo modo riescono a rendere il percorso di scelta più semplice, accorciandone i tempi; spesso però c’è il rischio di incorrere in grossolani errori di valutazione, poichè il valore percepito di un prodotto potrebbe essere largamente inferiore rispetto al suo valore oggettivo.

La storia degli Hertz non fa eccezione: così come per i megapixel delle fotocamere, i megahertz dei processori, la potenza in Watt degli amplificatori, anche i poveri Hz sono entrati nel novero dei parametri “da marketing”.

Sempre più spesso le etichette poste sugli Lcd, sui led, sui Plasma che fanno bella mostra di sè nel negozio di elettronica, sembrano gridare al miracolo: 100 hz di qui ! 200 Hz di là ! 600 hz giù e 400 hz sù. Ma in sostanza, che cosa significa ? E’ necessariamente vero che più hertz vogliono dire una visione migliore delle immagini ?

La risposta, come al solito è: dipende.

Iniziamo con una piccolissima precisazione.

Il segnale televisivo video tipico delle trasmissioni televisive italiane è il PAL.
E’ un segnale che è composto da 625 linee che vengono visualizzate (50 volte al secondo, ovvero 50 Hz) in modo interlacciato, ovvero l’immagine viene visualizzata utilizzando l’alternanza di due “semiquadri” che contengono uno le linee dispari e l’altro le linee pari.

Un segnale interlacciato (spesso identificato con la ” i “, dopo l’informazione relativa alla risoluzione) si differenzia da quello progressivo proprio per la modalità di visualizzazione: il progressivo infatti non visualizza linee alternate, ma “dipinge” il fotogramma in modo progressivo, linea per linea, senza alternanze.

Nel caso dello standard Pal vengono visualizzati due semiquadri 25 volte al secondo (25×2=50).

Traggo da wikipedia un’ottimo schema che spiega le varie differenze, vale più di mille parole.

Interlacingani2.gif

Fonte: wikipedia

Quando ancora gli schermi a tubo catodico andavano per la maggiore, alcuni produttori introdussero la tecnologia 100 Hz, che consisteva nella visualizzazione di 4 semiquadri 25 volte al secondo (4×25=100), anzichè dei tradizionali 2. Questo consentiva di ottenere una maggiore stabilità dell’immagine, poichè il tipico tremolio diminuiva.

Nel mondo degli Lcd e dei plasma, il discorso è un po’ diverso. Il segnale interlacciato non può essere visualizzato così com’è. Dev’essere preso e “convertito” in segnale “progressivo” ad una risoluzione identica a quella del pannello.

Sono due le funzioni principali:

  • scaling
  • de-interlacing

Lo scaling si occupa di portare la risoluzione sel segnale (per esempio 576 linee) ad una risoluzione pari a quella nativa dello schermo (per esempio Full Hd, ovvero 1080 pixel verticali). E’ un processo delicato, che determina in buona parte la qualità dell’immagine visualizzata. Ed in effetti, partendo da una segnale più “povero” di informazioni, lo scaler dovrà “inventarsi” qualcosa, ovvero come andare a riempire i pixel per i quali non vi sono informazioni origianali.

Il de-interlacing, come suggerisce il termine, è quel processo che trasforma un segnale interlacciato (cioè composto da alternanza di linee pari e linee dispari) in segnale progressivo, e quindi visualizzabile correttamente su Lcd o Plasma.

Fatta questa necessaria premessa, veniamo al discorso che più mi preme trattare: i famosi 50, 100 , 200, 600 Hertz.

A cosa servono ?

L’obiettivo fondamentale di queste tecnologie è uno: diminuire le imperfezioni che si manifestano, sulla maggior parte dei Tv Lcd, in caso di visualizzazione di scene molto movimentate (come una partita di calcio, dove i giocatori ed il pallone si muovono a schermo molto velocemente).

In effetti, nonostante gli Lcd siano molto migliorati in fatto di “effetto scia” negli ultimi anni, è ancora possibile notare, in scene particolarmente veloci, la presenza di alcuni aloni o imperfezioni, simili a sfocature.

Ed ecco quindi che entra in gioco la cosiddetta “interpolazione dei frames”, ovvero quella tecnica che, grazie ad elaborazioni elettroniche avanzate, consente al Tv di “creare” dei frames (fotogrammi) aggiuntivi, “deducendoli” grazie ad un particolare algoritmo. L’aggiunta di frames comporta una minore “differenza” tra un fotogramma e l’altro (poichè, appunto, ne è stato aggiunto uno che è intermedio, a livello di contenuto, ai due originali): questa minore differenza comporta una riduzione degli effetti scia.

Le tecnologie di interpolazione non seguono un particolare standard: ogni produttore ha una tecnologia proprietaria (delle quali, tra l’altro, poco si sa dell’esatto funzionamento). Vediamone una carrellata:

  • Sony: Motion Flow
  • Lg: Trumotion
  • Samsung: Motion Plus
  • Philips: Perfect natural Motion
  • Toshiba: Clear Frame

Nello schema sotto ho provato a disegnare (abbiate pietà, non sono un pittore) due frame di una schermata. L’omino inizia a camminare nel primo frame (a sinistra), e prosegue nel secondo frame (a destra).

Questo è un micro spezzone di “scena” che “gira” a 50 Hz: il primo frame rimarrà sullo schermo per 1 cinquantesimo di secondo, dopo di che comparirà il secondo. Durante questa “transizione” (il passaggio da un frame all’altro), la scena cambia: nel caso in esame, l’omino si sposta da sinistra a destra, muovendo gambe e braccia.

Come diventerebbe la stessa scena se avessimo un Tv Lcd a 100 hertz ? Vediamo.

Notiamo una cosa importante: nonostante la scena sembri “allungata”, questa non dura di più !

La differenza sta nel fatto che, utlizzando l’algoritmo di interpolazione dei frames, il televisore creerà “ex-novo” un frame aggiuntivo intermedio, che consente di diminuire i difetti menzionati precedentemente: questo è possibile poichè la “diversità” dei vari frames è diminuita, grazie all’aggiunta di quello intermedio. Il risultato è una scena più definita e meno vittima di effetti scia.

Andiamo oltre e proviamo a vedere cosa verrebbe fuori con un televisore Lcd a 200 Hz:

Come sopra, ma in modo ancora più radicale, il televisore crea frame aggiuntivi: nell’esempio da due frame originali (il primo e l’ultimo), il televisore ne crea ben tre aggiuntivi.



Prosegui la lettura / seleziona pagina:

<<>>

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

Pagine: 1 2

  • Trackback are closed
  • Comments (51)
  1. avatar
    • Michele calvo
    • dicembre 19th, 2009

    Bello sto articolo. Peccato che non devo
    cambiare computer.

  2. avatar

    Cioè, peccato che devi cambiare il compuer altrimenti ti saresti preso un Tv ?

  3. avatar
    • Michele calvo
    • dicembre 19th, 2009

    Si. Mamma mia alla fine se penso che ho un Samsung LCD comprato nel giugno 2006 comprato da mediaworld con la promozione “vince l’Italia vinci il televisore” mi vengono i brividi ma anche la consapevolezza che appena cambio casa cambio televisore con delle casse che ovviamente saranno consigliate da Mr. Gorilla.

    Michele

  4. avatar

    Non dubitare, ti consiglierò bene, sia per le casse che per il tv !!! :-)

  5. avatar

    metto il tv lcd in 16/9 zoom e vedo la testa del presentatore
    sfumare , in un mezzo secondo tutta l’immagine si perfeziona.sony bravia 52z4500(a memoria)il commento mi ha sorpreso per chiarezza.
    grazie

  6. avatar
    • zu cussu
    • dicembre 23rd, 2009

    bravo ai fatto una bella spiegazione ad uno come me ANALFABETICO GRAZIE

  7. avatar

    Felice di essere stato d’aiuto :-)

  8. avatar
    • Nicola
    • gennaio 18th, 2010

    Ciao Gorilla, ho girato molti siti per capire qualche cosa su come impostare una scelta a d’un acquisto prezzo qualità, non trovando altro che pensieri che verità, per cui ti meriti tutta la mia gratitudine nell’aprire la conoscenza a noi consumatori di elettronica, che i grandi marchi ci confondono le idee con le loro politiche di vendita gonfiando le caratteristiche dei loro prodotti con nomi tecnici senza alcun riscontro possibile da parte nostra.
    Ero partito con l’acquisto di uno schermo dai 46 ai 50 pollici, per primo il 47g15 della Panasonic un bel plasma in quanto il brend è molto noto per i suoi tv al plasma, si parla di una spesa attorno ai 1500 euro, in secondondo momento ai super tv a led di cui i Samsung veb6000 0 7000, al nuovo Sharp Acquos lc46e700 ed al LG47sl9000. Guardandomi attorno trovo il nuovo plasma da 50 della Samsung il ps50b850, insomma un bel casino davvero la confusione impazzava di gioia, ho trovato il tuo articolo dopo un attenta lettura ho trovato il vero tv da acquistare, un bel LG47LH9000 a full led 200Mh con local Dimming, unico nel mercato a tutt’oggi, ne Sharp Samsung Panasonic ne sono provvisti dei modelli sopraelencati, non sarà un ultra piatto ma pieno di sostanza e qualità audiovisive.
    Mi sai dare un giudizio al mio giudizio, perché solamente tu sei in grado di darlo.
    GRAZIE.

  9. avatar

    Ciao Nicola,

    prima di tutto, sono lusingatissimo ! Sono davvero contento che l’articolo sia piaciuto !

    Per quanto riguarda la scelta del Tv, in questo momento sono fuori città per lavoro, per cui non avrei il tempo di dare una risposta “come si deve”. Non mi piace “tirare a caso”, per cui preferisco aspettare e prendere tempo per dare un consiglio sensato.

    Sperando che tu possa avere pazienza qualche giorno, ti saluto e ti ringrazio ancora !

    Giovanni

  10. avatar

    Ciao Nicola, eccomi finalmente pronto a risponderti.

    Dunque vediamo cosa c’è da dire rispetto all’ LG 47LH9000

    Mi sono letto un po’ di forum (in particolare quello di Avmagazine, dove c’è un topic specifico per l’LG LH9000, ti consiglio di leggerlo) e mi pare che sia valutato dalla maggior parte degli utenti come un ottimo Tv. In più mi pare di capire che come rapporto qualità prezzo è davvero competitivo, per cui, ancora meglio.

    Dicono non ci siano particolari problemi di input lag, anche con “circuito” 200 hz acceso, anche su videogiochi (è chiaro che l’input lag in questo caso aumenta un minimo, ma pare non sia praticamente percettibile).

    Poi c’è il fatto che lo schermo è opaco e non lucido. Questo aiuta non poco l’eliminazione dei riflessi ambientali, per cui se lo utilizzerai vicino a fonti luminose (finestre, lampade ecc) dovresti non avere problemi.

    Ho letto di alcuni utenti non contentissimi degli “artefatti” che si creano attorno alle immagini quando si attivano “a manetta” i 200hz: pare che in questo caso si formino degli effetti tipo “pennellata trasparente” attorno alle forme visualizzate sul Tv. Dicono inoltre che basti impostare l’intervento dei 200hz in modo più “blando” ed il problema praticamente scompare.

    Occhio quindi se sei un “fanatico” dei 200hz, in questo caso potresti non rimanere contento degli artefatti che il Tv crea con il truemotion attivato. E’ anche vero che praticamente tutti i Tv con circuito 100 o 200 hz producono artefatti (è proprio un “limite” di questa tecnologia…)

    In generale però, vedo utenti molto soddisfatti, soprattutto per quanto riguarda i neri, che dicono essere davvero profondi (e ci mancherebbe… è un local dimming !!!)

    Altra cosa che ti segnalo (e che puoi risolvere sempre leggendo il forum che ti ho segnalato), è che pare che “di fabbrica” le impostazioni di LG non siano il massimo (te lo confermo anche nel mio caso: ho un vecchio plasma LG che “uscito di scatola” non si poteva vedere… ma dopo una bella regolazione a tutte le impostazioni, l’immagine cambia radicalmente… in positivo, ovvio), per cui occorre smanettare un po’ e fare varie prove fino a raggiungere le impostazioni che massimizzino la resa complessiva delle immagini (non ti resta che provare, nel caso).

    Detto questo, ti specifico che non ho mai visto il Tv dal vivo, per cui basandomi sulle specifiche tecniche, sulla tecnologia impiegata nel tv, sulle recensioni che ho letto in rete, sul parere degli utenti, e con le “accortezze” che ti ho già specificato (artefatti con 200 hz attivi) non posso far altro che confermare la bontà della tua scelta.

    Goditelo !!!

1 2 3 6
Comment are closed.