Lcd e Plasma: meglio 100 hz, 200 hz o 600 hz ?

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

E’ importante sottolineare come i risultati effettivi di questa tecnologia dipendano largamente dalla capacità di calcolo dell’elettronica presente sul Tv: anni fa, le prime implementazioni di frame interpolation, consentivano l’elaborazione dei soli segnali SD (standard definition) e non di quelli HD, poichè la potenza di calcolo necessaria era troppo elevata.

La potenza di calcolo dell’elettronica del Tv influenza anche in larga misura la precisione e la pulizia dei frame aggiuntivi. Essendo questi una “pura invenzione” del televisore (non sono presenti, infatti, nella sorgente originale), più l’elettronica è avanzata, più questi saranno coerenti con la scena. Questa “coerenza” influenza la pulizia dell’immagine. Nonostante gli ultimi algoritmi siano migliorati parecchio, è sempre molto difficile “azzeccare” la reale forma dei frame intermedi, ed una certa “sporcatura” sarà sempre presente.


Un esempio su tutti: i primi algoritmi, inventavano i frame aggiuntivi sulla base del movimento della scena prendendo in considerazione un solo asse (tipicamente destra/sinistra). Questo fatto rendeva la scena più sporca perchè non venivano presi in considerazione i movimenti che avvenivano sul secondo asse (alto/basso). Oggi la maggior parte dei Tv prende in considerazione i due assi, ed il risultato è un’immagine più limpida e definita.

Quindi possiamo dire che 200 hertz è sempre meglio di 100 e a sua volta sempre meglio di 50 ? Non sempre.

L’effetto collaterale più noioso di questa tecnologià è il cosiddetto effetto telenovela o effetto soap-opera. Cosa significa ?

E’ semplice: le produzioni per la televisione (tipicamente soap opera e programmi tv) sono registrati ad una frequenza di frames superiore rispetto ai film (che sono registrati su pellicola a 24P, ovvero 24 fotogrammi al secondo).

Il fatto quindi di “forzare”, tramite interpolazione dei frames (100 o 200 hertz), il numero di frames visualizzati, comporterà necessariamente l’aumento della fluidità della scena. Questa fluidità aggiuntiva è particolarmente piacevole se applicata a materiale non cinematografico (come eventi sportivi o programmi Tv), ma non è altrettanto piacevole (per i più) quando viene attivata durante la visione di un film.


La tipicità dei film risiede, infatti, anche nella “scattosità” (o meglio, nella non perfetta fluidità) dei 24 frames al secondo. Forzando la visione a 100 o 200 Hz, il risultato sarà di un’immagine molto più fluida e quindi molto meno cinematografica. Ad alcuni piace, a moltissimi altri no.

Il consiglio è quello di verificare, modello per modello, che possibilità ci sono di disattivare o limitare gli algoritmi di interpolazione dei frames, in modo da poterli disattivare nel caso non risultasse gradevole l’effetto.

L’altro consiglio che mi sento di dare è: al di là dei numeri (50, 100, 200 hertz), è importante capire quale sia l’effettiva capacità di creare frames aggiuntivi senza sporcare l’immagine con artefatti. Questo, ahimè, è una cosa che non potrete verificare leggendo una semplice guida di Gorilla Digitale (magari avessi la possibilità di testare tutti i televisori sul mercato… sarei l’uomo più felice del mondo), ma solo leggendo molti forum (come al solito vi consiglio Avmagazine e AfDigitale), informandovi sui siti di recensioni e magari leggendo qualche rivista specializzata.

Arrivato a fine articolo mi rendo conto di non aver trattato quello che è il “trucco” di marketing più azzeccato degli ultimi anni. I 600 Hertz dei plasma.

I plasma, avendo un tempo di risposta dei pixel praticamente nullo, (a differenza dei tv lcd), non avrebbero neanche bisogno di algoritmi di frame interpolation per limitare gli effetti scia, perchè di fatto, questi non ci sono o sono davvero minimi.

Alcuni produttori hanno comunque inserito questi algoritmi (Panasonic su tutti) che funzionano nè più nè meno come descritto poco sopra. Ma sono algoritmi che funzionano con filosofia 100 Hertz (cioè creando un frame aggiuntivo partendo da 2 originali).

Allora dove sta il trucco ? Il trucco sta nei 600 Hz: questo numero non c’entra nulla con la tecnologia di interpolazione dei frames ! Ma proprio nulla ! Non si possono paragonare i 600 Hz dei plasma con i 200 Hz degli Lcd dicendo: “600 è meglio di 200!” perchè sono due parametri che misurano cose diverse.

La gestione dei colori (o meglio, della scala dei grigi) nei plasma, è molto diversa da quella degli Lcd. Per visualizzare correttamente l’immagine, i plasma devono, per forza, per ogni frame della scena, visualizzare l’immagine un certo numero di volte. Fino ad oggi questo numero era pari a 400: ovvero 400 Hz, la velocità alla quale “giravano” i “sub-field” dei pixel.

Oggi è stato dato risalto alla nuova tecnologia 600 Hz, che migliora la resa cromatica complessiva (aumentando il numero di cicli dei sub field) ma che nulla ha a che vedere con i 100 o 200 Hz relativi alle tecnologie di frame interpolation.

Oltre al presente articolo, vi segnalo anche ” Meglio Plasma, Lcd o Led ?

Se l’articolo è stato di vostro gradimento, votate OK sul banner di Ok notizie.

Al prossimo articolo,

Gorilla

Prosegui la lettura / seleziona pagina:

<<>>

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

Pagine: 1 2

  • Trackback are closed
  • Comments (51)
  1. avatar

    @GIOVANNI
    Ciao Giovanni,

    spesso i settaggi del tv sono fondamentali per ottimizzare la resa visiva; certo non si possono fare miracoli, ma prova a smanettare un po’ con le impostazioni e di certo noterai dei miglioramenti; per quanto riguarda i 600hz, se rileggi l’articolo scoprirai l’arcano.

    Saluto !

1 4 5 6
Comment are closed.