Privacy Policy

T-amp: amplificatore economico ottimo anche per l’home theatre

----------------Sponsor----------------

----------------Sponsor----------------

Pop Pulse t-ampUn amplificatore da quattro soldi capace di produrre un suono degno di concorrenti ben più blasonati (e costosi). Possibile ?

Il primo articolo sul T-Amp (il primo, l’originale, prodotto dalla Sonic Impact) lo lessi su TGM (la mitica ” The Games Machine”) ormai quasi 8 anni fa, se la memoria non mi inganna. Si leggeva che con questo scatolotto di plastica si potevano ottenere risultati sorprendenti, ad un prezzo che neanche le patate. All’epoca non ero così “audio-addicted” come sono oggi, per cui non diedi molto peso alla notizia, ed il piccolo T-amp cadde nel mio personalissimo dimenticatoio.

Negli ultimi mesi, però, ho rispolverato l’argomento, e mi sono imbattuto in quello che probabilmente è il più completo forum italiano in tema di t-amp (e amplificatori “classe T” in generale), ovvero il T-Forum.

E’ online anche lo speciale su “come costruire un amplificatore multicanale in classe T

Le informazioni collezionate leggendo in lungo ed in largo quel fenomenale forum, evidenziavano sostanzialmente questo:

  • Il T-Amp prima generazione è stato sostituito da altri mille milioni di modelli
  • Gli amplificatori in classe T si trovano in due “formati”: pronti all’uso, oppure da assemblare
  • I “pronti all’uso” sono degli scatolotti metallici tipo questo: è sufficiente effettuare i soliti collegamenti base (casse, lettore cd/dvd, corrente) per iniziare ad usarli
  • Quelli “da assemblare” sono delle schede (come quelle nelle foto sotto) che necessitano di un minimo di competenza in più per poter essere messe in opera (a volte qualche saldatura, a volte l’assemblaggio di qualche connettore)
  • Tutti gli amplificatori di questo tipo si basano su chip prodotti dalla Tripath
  • I chip in questione sono disponibili in vari modelli (2024, 2020, 2050…), differenti per prestazioni e potenza
  • Costano poco
  • Funzionano bene

Dopo aver letto centinaia di post e chiesto le prime informazioni agli utenti del forum, ho deciso di buttarmi ed acquistare non uno, ma ben 3 amplificatori in classe T (questi: che ho scelto per la potenza erogata pari a 100 Watt per canale, ben superiore ai classici t-amp, che producono circa 15 Watt per canale), prodotti dalla Sure Electronics, con l’obiettivo di realizzare un amplificatore multicanale per il mio home theatre.

Dopo pochi giorni dall’ordine, ecco il postino che suona e che consegna il pacco. Una volta aperto il (micro) pacchetto,  la sensazione che ho provato è stata quella di “delusione/sorpresa”… ho guardato sospettoso i 3 amplificatori (che in questo caso non sono altro che schede elettroniche piene di chip, condensatori e quant’altro) e mi sono chiesto come diavolo facessero delle robine così microidi ad erogare un suono iper-pulito-dettagliato-potentechebuttagiùimuri.

Ma dopo i dubbi iniziali, la scoperta del paradiso per gli audiofili senza soldi: queste micro schede sono un miracolo della tecnologia.

Ho abbinato alle 3 schede (una per le casse frontali, una per la cassa centrale, una per le casse surround) un decoder 5.1 iper economico (ovvero  lo scatolotto che si vede nella foto sotto): è un apparecchio che serve a smistare il segnale audio che arriva dal lettore Dvd, in modo che la cassa centrale riproduca i dialoghi dei film, le casse frontali la colonna sonora, e le casse posteriori gli effetti speciali.

Eccovi un po’ di foto di repertorio:

Beh il risultato è stato sconvolgente. Non avevo mai sentito niente di simile.

Un suono iper dettagliato, potente, vivo, reale. Sono ancora sotto shock adesso, a distanza di un mese, dopo aver sentito uno sparo alle mie spalle ed aver creduto, seppur per una frazione di secondo, che lo sparo arrivasse DAVVERO da dietro il mio testone. Tengo a precisare che non sono proprio “di primo pelo” per quanto riguarda il mondo “home theatre / audio / video”: di sintoamplificatori 5.1 di fascia media (400 / 800 euro) ne ho sentiti parecchi (Denon, Marantz, Yamaha, Cambridge Audio, Sony…), ma posso tranquillamente affermare che minimamente si avvicinano a quello che è venuto fuori da questo piccolo mostro artigianale.

E veniamo al punto che,  quando si descrive un nuovo fenomenale prodotto, è solitamente dolente: il prezzo. E bene, il prezzo di queste schedine è ridicolo: 26 euro l’una.

Facciamo un po’ di conti:

  • 3 Schede Sure Electronics: 26 euro x 3 = 78 euro
  • Decoder 5.1: 80 euro
  • Alimentatore di corrente: 30 euro
  • Contenitore metallico per ospitare il tutto (non in foto): 40 euro

Totale: 228 euro + spese di spedizione.

Considerando che un sintoamplificatore di fascia medio/bassa (di marca a piacere tra Yamaha, Denon, Onkyo ecc.) ha un prezzo che solitamente varia dai 400 agli 800 euro…

Il lato negativo di tutta la faccenda è che per riuscire ad assemblare il tutto (schede, alimentatore, decoder, contenitore) è necessario avere un minimo di manualità e di competenza in tema di connessioni, voltaggi, amperaggi e compagnia cantante (nulla che non si possa risolvere con una sana lettura di wikipedia e forum vari).

Se siete in procinto di buttarvi in un progetto simile, ma avete delle domande da fare, non vi resta che commentare questo articolo !

Se volete che il vostro Gorilla svisceri la faccenda in maniera più dettagliata, magari scrivendo una guida passo passo su come assemblare il tutto, non avete che da commentare, sarò felice di accontentare la vostra rischiesta.

Be Sociable, Share!

  1. avatar

    @Umberto

    CIao Umberto,

    del kingrex ho letto molto, e spesso i commenti erano positivi… poi effettivamente il fatto che monti un DAC “a bordo”, ti rende la vita più facile… direi che può essere una buona scelta, anche se non ha il 2024 come chip, ma il 2020, che comunque fa sempre la sua porca figura (fose ha un suono meno analitico e più “caldo” ma sempre molto fedele).
    Per quanto riguarda il PopPulse, sinceramente non lo conosco ! Certo che è veramente interessante… peccato solo non si capisca che chip monta.. certo se sono veramente 77watt sarebbe veramente uno spettacolo. Poi guarda che bel trasformatore toroidale ! Sul t-forum ne parlano bene ? Certo il prezzo è già più alto della media del classe T (che spesso si trovano anche a 50 / 70 euro), però è giustificato dal fatto che i 77watt sicuramente ti danno più flessibilità di utilizzo, perchè riesci a pilotare tranquillamente anche casse più ostiche !

    Fammi poi sapere cosa hai scelto !

  2. avatar
    • giuseppe
    • gennaio 15th, 2012

    ciao volevo chiederti quali sono i tempi di consegna del sito Sure Electronics e i costi di spedizione che hai affrontato. Grazie

  3. avatar

    @giuseppe
    Ciao Giuseppe,

    eh, faccio un po’ fatica a ricordare; i costi (mi pare) fossero sui 15 euro (ma potrei sbagliarmi) per i tempi di spedizione, mi pare fossero stati molto veloci (circa 4 giorni).

  4. avatar
    • fabrizio
    • aprile 8th, 2012

    ciao,ho letto in ritardo i tuoi bei articoli sull’amplificazione multicanale e volevo domandarti un consiglio:sono appena passato alla multiamplificazione con crossover attivo ed è un’altro mondo.attualmente uso un finale rotel per i bassi e un pioneer vsa 740 multicanale per i medio/alti ma mi piacerebbe provare la classe t.secondo te ne vale la pena e se si è meglio un 4 canali con tk 2050 o simili oppure due schede separate ottimizzate per le 2 vie?ma soprattutto consigliami quali modelli perchè da profano non sono in grado di capire le differenze reali anche se il saldatore lo so usare.scusami se mi sono dilungato e grazie
    fabrizio

  5. avatar

    @fabrizio
    Ciao Fabrizio !

    Guarda della Tk2050 io sono molto soddisfatto, soprattutto pensando al costo irrisorio… ho provato anche la 4 canali e non è male, oltre ad essere molto comoda per realizzare un ampli multicanale. Ti dico però che “ormai” la Tk2050 è “vecchiotta” come scheda; dovresti provare a guardare sul “t-forum” e vedere altre soluzioni (in particolare la Ta 3020 che sembra davvero sontuosa, anche se più costosa ).

    In quel forum troverai tantissime discussioni e soprattutto utenti molto competenti e disponibili ad aiutarti, nel caso volessi intraprendere l’avventura nella classe T

  6. avatar
    • Matteo
    • novembre 13th, 2012

    Non sarebbe male una guida passo passo.
    Io ho appena incominciato ma riuscire ad assemblarne uno da solo non mi spiacerebbe@Gorilla

  7. avatar

    [url=http://ciproxin.webs.com/]buy cipro[/url] buy ciprofloxacin (cipro)
    buy cipro
    buy cipro canada

  1. No trackbacks yet.

Privacy Policy